Il gioco continua ad essere regolato dalle leggi locali

gioco d'azzardo e leggi locali

Nessuno pensava che la Conferenza Unificata, tanto agognata dagli operatori del mondo del gioco d’azzardo lecito, avesse la bacchetta magica e che dal primo incontro potessero nascere “nuove idee condivise” che potessero mettere la parola “fine” tra le annose battaglie tra Stato ed Enti Locali. Nessuno, quindi, poteva mettere “a bilancio” che tutto si sarebbe concluso a breve, anche se la speranza di “qualcosa di concreto” nell’immediato, indubbiamente era nel cuore di ognuno degli addetti ai lavori. Tutti, invece, si rendono conto che le leggi locali in essere continuano ad esistere e continuano nella loro strenua battaglia per fermare il gioco.

Nessun Comune, nessuna Regione, nessuna Amministrazione ha fatto un passo indietro ed i regolamenti comunali continuano a “mietere vittime” nel settore del gioco e tra gli operatori che non riescono quasi più ad avviare una attività ludica che comporti l’impiego di apparecchiature da intrattenimento in posti commerciali: se non rimanendo “defenestrati e relegati” in periferie, oppure in zone industriali che, indubbiamente, non offrono possibilità di riuscire a concretizzare un’impresa commerciale “soddisfacente”.

Quello che è veramente stupefacente, e che dovrebbe fare ben riflettere, è che il gioco pubblico italiano ed i casino mobile, in questi giorni, viene elevato a modello vincente di regolamentazione dato che è in grado di garantire affidabilità, in un confronto tra regolatori ed industria del gioco organizzato e promosso da Euromat a Barcellona. Proprio in quell’evento l’Italia viene presa come riferimento importante e, sempre negli stessi scorsi giorni, in un Forum della Pubblica Amministrazione veniva proposto il sistema italiano delle scommesse come ideale strumento per monitorare e prevenire le frodi nel mondo dello sport.

E che dire se si guarda all’anniversario di Sogei, partner tecnologico dello Stato e creatore di alcuni dei migliori casino italiani, nel quale per l’impianto di estrema sicurezza organizzato nel nostro Paese per governare il gioco pubblico venivano espresse lodi e parole di plauso? Una perla aggiunta alla “splendente collana” del mondo del gioco lecito, almeno così si potrebbe recepire da quanto viene espresso dalla stragrande maggioranza di coloro che “di gioco trattano”. Palesemente, sembrerebbe di capire che “il sistema gioco lecito italiano” funziona, ma in pratica lo si osteggia…

Quanto sopra andrebbe tenuto nel debito conto anche da parte di coloro che vorrebbero veder sparire dal territorio l’offerta di gioco: i benpensanti ed i moralisti dovrebbero fare i conti con la realtà del nostro Paese che non mette in condizioni di pensare che gli italiani smettano di giocare. Hanno da sempre ricercato il gioco, puntando danari sui circuiti illeciti, prima del lavoro dello Stato nella regolamentazione del gioco pubblico. Continuano a giocare in questi anni nel circuito lecito (ed anche in quello illecito) e continueranno a ricercare il gioco anche se si dovesse decidere di rinunciare al gioco statale.

Il fatto che i giocatori dei casino con bonus ci siano stati, ci siano e ci saranno non significa che non bisogna fare nulla per la situazione attuale del gioco che forse non è quella ideale. Ma questo lo si dice da tempo, ed anche lo stesso settore ha ammesso che la regolamentazione sulla “diffusione selvaggia” dei prodotti di gioco si dovrà fare e, quindi, diventerà inevitabile una mediazione tra questi due fronti (Stato e Regioni) nonostante sembri così difficile da raggiungere. Il settore ha bisogno di certezze, di riforme, di ordine nazionale per poter continuare a vivere.

L’assessore Beccalossi si scaglia contro il gioco lecito

gioco d'azzardo lecito

Il gioco deve esistere sul territorio oppure no, chi gioca può essere giudicato oppure no, gli imprenditori e gli industriali del gioco sono speculatori oppure offrono possibilità sociali al territorio, ma offendere chi opera nel settore in modo così “sbandierato” come mette in essere Viviana Beccalossi, assessore alla Regione Lombardia, sembra più una operazione personale che da riferirsi al suo impegno pubblico. Ecco, quindi, che ci risiamo con le esternazioni dell’assessore che è passata dal tacciare “attaccaspine” riferendosi al ruolo imprenditoriale degli operatori, al più attuale “strozzini di Stato” etichettando con questa elegante locuzione sempre gli addetti ai lavori del mondo del gioco lecito. Certamente, più che uno schieramento dovuto al suo ruolo, quello dell’Assessore Beccalossi sembra più una dimostrazione di “avvenuta redenzione”, oppure un mero bisogno di “espiazione”. Ma in ogni caso sembra un atteggiamento od una ossessione senza precedenti che si trascina da un bel po’ di tempo.

As.Tro, associazione dei gestori del settore intrattenimento e dei casino online, non può esimersi dal rilasciare il suo punto di vista nei confronti delle esternazioni “così fini” dell’assessore Baccalossi. Indubbiamente frasi che lasciano “basiti” coloro che almeno rispettano chi svolge il proprio lavoro, oltretutto in forza di concessioni profumatamente pagate proprio allo Stato, che Viviana Beccalossi dovrebbe rappresentare con obbiettività e serenità. È ovvio che ognuno pensa e si esprime con la propria testa, ma va sottolineato che il rispetto di tutti dovrebbe essere insito sopratutto in un personaggio politico. Ma tant’è… la politica ci ha abituato a ben altro.

Forse, sempre secondo As.Tro, per capire l’atteggiamento messo in opera da Viviana Beccalossi, bisognerebbe farne un poco la storia. Perché si è parlato di “redenzione”? Perché nel 2009 l’assessore ha fatto parte della maggioranza parlamentare che ha varato, con voto favorevole proprio dell’assessore, il decreto Legge istitutivo delle Videolotteries: i famosi 57mila apparecchi da casinò che accettano puntate sino a 10 euro al colpo e promettono vincite sino a 500mila euro. Successivamente, non soddisfatta, negli ultimi tre anni con la Regione Lombardia ha varato -sempre con il suo intervento specifico- due Leggi di restrizione all’installazione di apparecchi da gioco lecito e di siti legali di casino aams che sono state artefici del “fantastico traguardo” di un aumento del numero di soggetti toccati dal Gap del 42% nei primi due anni di vita dei divieti ed, addirittura, di un 100% di aumento di soggetti toccati dall’abuso del gioco nell’ultimo anno: dati riferiti da dichiarazioni sempre dello stesso Assessore Beccalossi.

Forse i risultati dei vari regolamenti messi in essere in Lombardia non consentono di mantenere una sorta di protagonismo sulla materia del gioco. Secondo As.Tro, con il proibizionismo ed i regolamenti “lombardi” si sono mietute veramente tante “vittime” e provocato troppi danni alla popolazione amministrata proprio da personaggi come Viviana Beccalossi. E non è la sola Regione che con questo tipo di atteggiamento verso i migliori casino  “assolutamente contrario al gioco lecito”: ve ne sono altre che perseverano, nonostante tutto, nelle strade imboccate e non ammetteranno mai che ciò che è stato fatto, e che ha avuto esiti negativi, si potrebbe tranquillamente rivedere. Ma sembra che i politici, di ogni colore, siano dei personaggi che non ritornano sui propri passi, almeno alcuni, e ci si permette di dire forse quelli meno intelligenti.

Gli italiani odiano le tasse sul gioco d’azzardo

A nessuno piace pagare le tasse, è chiaro! E’ stata stilata una classifica di quelle più odiate: quella sulla casa, sulla benzina, il canone Rai, e quella sui giochi e lotterie. E’ un’indagine Doxa che però ha rilevato che quella sul gioco è una tassa che rappresenta solo il 5%, la casa il 56%, la benzina il 36% e la Rai il 35%. La tassa “sulla fortuna” come si sa dovrà attendere il verdetto della Corte Costituzionale per essere “attiva”: il prelievo addizionale del 6% sulle vincite superiori ai 500 euro, già in vigore su tutti i giochi dove c’è la possibilità di aggiudicarsi vincite, si effettuerà anche sulle Vlt dove la stessa tassa era stata sospesa dal Tar del Lazio a seguito di un’impugnazione del decreto da parte degli operatori del settore che lamentavano l’impossibilità di adeguamento dei sistemi nei tempi previsti dal regolatore.

Ormai da due anni si sta lavorando sulla sistemazione dei software ed è tutto pronto per iniziare la nuova tassazione, ma dopo che i Monopoli si saranno accertati della completa attuazione da parte di tutti i sistemi per mandare online la nuova modalità di prelievo ed il verdetto della Corte Costituzionale. A quel punto i “vincitori” dei giochi sulle Vlt devolveranno questa “tassa sulla fortuna” -ulteriore balzello finanziario sul gioco d’azzardo- per essere equiparati a tutti quei giocatori che “frequentano” gli altri giochi con vincita…. ma il gioco non è stato considerato dal nostro Stato un comparto da “malaffare”?

Gioco d’azzardo minorile: sanzioni esemplari

Il settore del gioco chiede a grande voce di essere rispettato e regolamentato e chiede anche che il “sociale” lo accetti per quello che ha fatto, impiegando professionalità ed impegno economico e per quello che andando avanti potrà fare a livello di risorse umane che troveranno nel settore quell’occupazione che altre categorie non riescono ad offrire o mantenere: ma tutto ciò andrà vanificato se continueranno ad apparire su giornali online immagini di minorenni che entrano ed escono dalle sale Vlt (vedasi l’articolo relativo a Bologna). Questo episodio è dannoso e costituisce un pericolo per il decoro e per l’onorabilità del sistema gioco lecito che, per definizione, dovrebbe tutelare proprio i minori, vietando loro l’accesso tanto alle sale quanto ai singoli giochi legali con premio in danaro.

Questi fatti hanno creato vero sgomento nei cittadini bolognesi -e pensiamo in tutti- ed ha lasciato senza parole l’assistere alla libertà di accesso di un minore nella sala giochi senza che alcuno degli addetti presenti sia intervenuto: in questo caso ci si auspica veramente di cuore l’adozione di sanzioni esemplari da parte delle Autorità preposte al controllo dell’ordine pubblico ed al presidio della Legge Balduzzi. Ci si augura che la pronta chiusura degli esercizi che risulteranno coinvolti possa essere una minima forma di “indennizzo sociale” per un territorio che, contrariamente a tanti altri, ha deciso di ospitare il gioco lecito “senza distanziometri” e sopratutto senza “demagogie repressive” accordando al comparto industriale del gioco legale, fiducia e dignità altrove troppo spesso negate.

Le novità incredibili del casino online italiano yes

L’ingresso sul mercato italiano del gambling di CasinòYes ha portato innovazione poiché ha diversificato le sue proposte in settori dedicati: PokerYes, CasinoYes, Slotyes e Sportyes. Tutto ben classificato e di facile consultazione per attirare l’attenzione del giocatore verso diverse scelte, ma non “facendolo troppo spaziare” inutilmente cercando il gioco preferito.

Troviamo su CasinòYes i tradizionali giochi da tavolo verde come poker, blackjack, baccarat e la mitica roulette che con i suoi giri infiniti -e le sue molteplici presentazioni- è indubbiamente la regina del casinò. Slot machine e video poker con grafiche e musiche veramente innovative e pregevoli sono disponibili per regalare buone vincite ad ogni “rullo”.

La professionalità di CasinòYes offre la sicurezza al giocatore, anche senza deposito, di usufruire di un bonus di 10 euro che permette di curiosare nei vari settori di gioco e provare qualcosa di nuovo senza rischiare nulla. Al primo deposito il bonus sarà del 100% sino ad arrivare a 500 euro. E poi la fantastica idea di regalare ancora 5 euro di bonus per ogni amico presentato e registrato, sino ad un massimo di 10 amici: il bonus ovviamente è per entrambi.

Questa nuova piattaforma, così in grande stile, può avvalersi della esperienza e della professionalità di Novomatic e di G.Matica e questo senz’altro si nota nell’organizzazione e nella presentazione del casinò. Da tutti i dettagli curati si può notare come si sia messo sul mercato un casinò all’avanguardia ed estremamente “invogliante” che prenda per mano il giocatore dal suo “ingresso” sino al percorso che vuole tracciare per divertirsi, giocare… e vincere.

Il casinò di nova gorica organizza un nuovo evento

La nuova stagione ISOP prenderà il via il 30 agosto sino al 2 settembre prossimo ed avrà come location il Casinò Perla di Nova Gorica: vi saranno tante innovazioni che daranno a questa stagione ancora più lustro di quella appena passata che ha registrato ben 5000 presenze e che ha visto la partecipazione di “grossi calibri” cone Filippo Candio, Salvatore Bonavena, Enrico Mosca, Max Forti, Daniele Amatruda e tantissimi altri nomi già noti mettendo in risalto anche giovani promesse del nostro poker nazionale come Giacomo Grossi, Gianmaria Baroncini e Stefano Granata senza tralasciare rappresentanti del gentil sesso come Veronica Signorina o Natalia Martinez.
Dal 30 agosto inizierà la nuova classifica Italian Poker Team che offrirà la possibilità di partecipare ai Campionati del Mondo a Las Vegas e coronare così il sogno di ogni giocatore di poker. Giacomo Grossi, player of the Year 2013, il passato mese di luglio è volato negli Stati Uniti in rappresentanza dell’Italian Poker Team ed ha vissuto un’esperienza irripetibile insieme ai suoi compagni di squadra partecipando all’evento 60 dei Campionati del Mondo e scoprendo posti storici come la Poker Hall of Fame che ha lasciato i nostri ragazzi senza fiato. E’ stata indubbiamente un’esperienza notevole e trascinante che ha fatto loro conoscere sensazioni indescrivibili. Lo scopo della nuova classifica ISOP è quello di dare l’opportunità a più giocatori possibile di entrare nell’Italian Poker Team 2014 per “atterrare” a Las Vegas ed impreziosire così le proprie esperienze ed emozioni in modo determinante.

Irlanda: apertura verso il gioco d’azzardo ed i casino online

Alan Shatter, Ministro della Giustizia irlandese, esamina la proposta di legge per la regolamentazione del gioco online ed asserisce che questa è soddisfacente in quanto nelle due biforcazioni predominanti una regolamenta un settore nuovo e veloce come quello del gioco d’azzardo e l’altra tutela assolutamente i minori, ma anche gli adulti, dal rischio di incorrere nella dipendenza dal gioco. Quindi anche in Irlanda entreranno poker, bingo e giochi da casinò ed vi sarà anche l’apertura di 40 mini casinò terrestri.
Ovviamente, il tutto sarà regolamentato con una normativa ad hoc e verrà formata un’Agenzia di controllo l’Office for Gambling Control Ireland -OGCI- che vigilerà sul settore, le concessioni ed il rilascio delle licenze. Anche l’apertura dei 40 mini casinò -con non più di 15 tavoli- è un grande passo verso il settore del gioco d’azzardo che in questo momento è quello che forse fa più movimentazione di danaro e, quindi, reddito per lo Stato: nel progetto di legge sono previste riforme del regime fiscale e non è ancora stata stabilita l’aliquota che verrà applicata ai nuovi giochi, si parla di un 1% sulla giocata ed il 15% sulle commissioni per il betting exchange. Anche in Irlanda comunque il fattore predominante è la tutela dei giocatori nei confronti del gioco “compulsivo” che già tanti problemi ha creato, quindi è giusto e doveroso che un Paese che apre ora al gioco online faccia tesoro dell’esperienza già maturata in altre Nazioni ed applichi il più severamente e dettagliatamente possibile ogni strategia utile alla salvaguardia degli utenti giovani, giovanissimi ma anche adulti.

I passaggi necessari per iscriversi nei migliori casino online

I casinò online sono dei contesti di gioco a cui si stanno avvicinando sempre più gli utenti, per via del grande divertimento che sono in grado di offrire oltre che per le ottime opportunità di vincita che sono capaci di regalare. Molto spesso, agli occhi dell’utente neofita, può risultare complesso il percorso che gli consente di arrivare a registrarsi all’interno di una determinata piattaforma di gioco.
Per tale ragione, noi, in questo articolo, abbiamo pensato bene di indicare il percorso che gli utenti devono seguire, per scegliere il miglior casinò online e per effettuare la registrazione al suo interno.

Uno primi passi principali che l’utente deve compiere affinché è quello della scelta del casinò online.
Molti giocatori si fermano alla prima piattaforma incontrata sul motore di ricerca.
Purtroppo, quest’ultima mossa è molto scorretta. Infatti, bisogna sempre avere presente che non tutti i casinò presenti sulla rete sono affidabili. Per questo motivo, bisogna saper scegliere bene una piattaforma di iniziare a giocare. Secondo il nostro parere, i casinò più importanti e sicuri tra quelli che sono in circolazione sono quelli che esibiscono il logo dell’Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato.
Si tratta di ambienti di gioco all’avanguardia e in grado di garantire il massimo livello di protezione agli utenti che operano delle transazioni al loro interno, per ricaricare il conto gioco e per eseguire i prelevamenti delle vincite. Infatti, vengono scelte solo le migliori modalità di pagamento, come le carte di credito, i conti online, portafogli virtuali più accreditati del web e tanto altro.
Altro elemento da prendere in considerazione è la percentuale di vincita. Quella dei casinò online supera i gran lunga il 90%, assicurando, in questo modo, la ridistribuzione di una buonissima parte della raccolta in favore degli utenti che hanno conseguito delle vincite. Dal punto di vista dell’offerta dei giochi, risulta conveniente la scelta fatta sui casinò online legali italiani, in quanto vi sono dei palinsesti molto ricchi di alternative di gioco che fanno parte sia del gambling classico che della categoria delle forme di intrattenimento di ultima generazione, in cui spiccano i giochi del momento, come le Slot machine online.

Una volta aver scelto il casinò online che si ritiene più confacente ai propri interessi perché ha dei giochi che vi interessano in particolar modo o perché propone delle offerte allettanti, si passa alla seconda fase, quella della registrazione di un account di gioco. Tale operazione comporta l’impiego di pochi minuti, in quanto l’utente non deve fare altro che indicare nei campi appositi i propri dati personali, il codice fiscale, il numero di un valido documento d’identità e il codice promozionale se desidera sfruttare un bonus offerto dal casinò online. Non bisogna dimenticare che per convalidare il proprio conto gioco, l’utente deve inviare entro 30 giorni il proprio documento d’identità tramite e-mail oppure via fax. Se, infatti, trascorso questo termine non si è provveduto, il conto gioco verrà bloccato in modo automatico.

Il gioco del video poker nei migliori casino online italiani

I Videopoker online sono dei giochi che appassionano una larga fascia di utenti nel nostro paese.
Infatti, da diverso tempo, oramai, tali macchinette sono presenti nelle sale da gioco terrestri oltre che negli esercizi commerciali attraendo l’attenzione di tanti scommettitori, a volte, anche in modo accanito. Purtroppo, non tutti i Videopoker in modalità “offline” sono sicuri al 100%, in quanto, a volte, diventano oggetto di manipolazione di gestori malintenzionati che espongono gli utenti ignari a dei rischi di pesanti truffe ai loro danni. Forse, questo è uno dei principali motivi per cui, molti giocatori, al momento, preferiscono interagire nell’ambito delle piattaforme per il gambling online dei casinò online Aams, gli unici contesti su cui si può scommettere ad occhi chiusi.
La sicurezza offerta dai casinò legali italiani è totale e fa sì che gli utenti possano effettuare dei trasferimenti nei loro conti, senza alcun timore di andare incontro a delle perdite.
I risultati di gioco vengono generati, in modo del tutto casuale, e sono controllati direttamente dal Monopolio di Stato, il quale verifica se vi sono delle irregolarità che potrebbero fare scattare o meno il provvedimento di esclusione della società inadempiente agli obblighi fissati dalle norme che regolano il gioco a distanza in Italia. Ogni casinò online legale italiano, inoltre, è tenuto a rispettare il diritto alla privacy di ogni giocatore sia durante il gioco che nel caso in cui abbia conseguito una vincita, indicando nella tabella dei vincitori solamente l’iniziale del cognome dello scommettitore seguita dal nome per esteso oppure del suo nick di gioco.

I Videopoker online sono dei giochi molto apprezzati dagli utenti appassionati delle macchinette di ultima generazione che si basano sullo svolgimento del gioco molto rapido, in grado di regalare delle emozioni in modo istantaneo, ma anche delle vincite piuttosto importanti, se si riesce ad avere la fortuna di realizzare la combinazione vincente. Di solito, i Videopoker, disponibili nei casinò online Aams, presentano delle caratteristiche grafiche eccezionali capaci di regalare delle emozioni, come se si stesse giocando all’interno di una vera sala da gioco di un casinò terrestre. Inoltre, il giocatore gode di un’ampia gamma di giochi tutti molto avvincenti e che possono regalare anche delle copiose vincite grazie alla presenza di Jackpot progressivi il cui valore nel tempo aumenta in modo direttamente proporzionale al volume di scommesse che viene prodotto dagli scommettitori che sono soliti puntare soldi veri giocando con tali forme di intrattenimento. Inoltre, se si desidera divertirsi senza impiegare soldi veri, è possibile anche giocare per puro divertimento, semplicemente accedendo alla modalità di gioco “For fun”.
Tutti coloro i quali dispongono di un tablet o di un cellulare impiegato per la navigazione sulla rete, i casinò online Aams danno la possibilità di scommettere ai Videopoker anche quando si è in movimento.
Le percentuali di vincita previste dai casinò online Aams sono molto elevate e si aggirano intorno al 98%circa, assicurando, così, la distribuzione di buona parte dei soldi raccolti derivanti dalle scommesse effettuate dagli utenti.

Casino online sicuri ed affidabili per giocare d’azzardo

Chi gioca al casinò online, come prima cosa, deve preoccuparsi di indagare se quel contesto sia al 100% sicuro. In Italia, gli unici ambienti di gioco in cui si può beneficiare del massimo standard di protezione sono i casinò con licenza per il gioco a distanza rilasciata dall’Aams, il cui logo è presente nella pagina principale del loro sito web. Nei prossimi paragrafi, indicheremo le loro principali proprietà.

I casinò online Aams sono dei siti web che, oramai, sono diventati dei veri e propri punti di riferimento per gli utenti che sono avvicinati al mondo del gambling online, per divertirsi e usufruire di una moltitudine di servizi di gioco online di grande qualità. Ma, oltre alla vastità dei giochi e alle componenti tecnologiche avanzate, sicuramente c’è di più. Infatti, una delle principali preoccupazioni del legislatore che si è interessato di regolare il gioco a distanza nel nostro paese, legalizzandolo, è stata quella di innalzare, il più possibile, il livello di protezione per tutti gli utenti che sono soliti trasferire delle risorse di gioco per ricaricare il proprio conto gioco e per trasferire verso conti privati le risorse ottenute grazie alle vincite conseguite. Inoltre, i casinò online devono dimostrare, in modo del tutto trasparente, le vincite conseguite dagli utenti che devono essere pubblicate in apposite tabelle. A intervalli, ogni società di gambling sarà tenuta ad inviare un report all’Aams in cui vengono indicati tutti gli importi ridistribuiti sotto forma di vincite in favore degli utenti. Si ricorda che la percentuale di vincita che deve essere garantita agli utenti è quantomeno pari al 90%. Pertanto le vincite, grazie alla percentuale dei payout riscontrata, sono tante e possono regalare degli ottimi premi in denaro, soprattutto se si scommette ai giochi che sono collegati a Jackpot progressivi il cui ammontare aumenta man mano che incrementa il volume di scommessa generato dagli scommettitori.

Gli utenti che amano il gambling online, all’interno dei casinò Aams troveranno il meglio del gioco grazie alla presenza dei tavoli di gioco della Roulette, del Blackjack, del Baccarat, del Punto Banco, ma anche di tante varianti di gioco del poker online, come lo Stud Poker, il Poker Caraibico, l’Omaha, il Red dog, il Tequila Poker e tanti altri. Inoltre, non mancano di certo le forme di intrattenimento di ultima generazione, come le Slot machine online dai tanti titoli avvincenti e che possono regalare delle vincite da sogno, in quanto molte di loro presentano dei Jackpot progressivi dalle grandi cifre, così come i Videopoker capaci di rendere alquanto elettrizzante il contesto di gioco. Non bisogna dimenticare che i casinò Aams mettono a disposizione dei servizi di gioco del casinò live, per fare rivivere delle esperienze di gioco molto vicine a quelle di un vero casinò terrestre, grazie al fatto che l’utente, collegandosi per mezzo di una webcam, può interagire con un croupier che cura il gioco al tavolo del Baccarat, Blackjack e della Roulette oltre che di alcune interessanti varianti del poker introdotte da poco, come il Caribbean Poker e il Casinò Hold’em.

Le leggi per le slot machine e per i casino online

Il Consiglio regionale della Lombardia dovrà affrontare la legge contro la ludopatia che è stata approvata dalla giunta regionale lombarda. Sappiamo tutti -e purtroppo la cronaca quasi quotidianamente ce ne fornisce gli indizi- che il mondo del gioco online è in forte espansione con sempre più giovani, giovanissimi giocatori che vi si affacciano e che, loro malgrado, vengono trascinati e coinvolti in questo malessere chiamato ludopatia. Quindi, la giunta regionale ed il consiglio regionale lombardo avranno il compito di varare delle “risoluzioni” che possano arginare e combattere l’estensione di questo fenomeno. La proposta di legge contro la ludopatia prevede una tassa regionale a carico dei locali che ospitalo le slot machine, tassa che servirà a sostenere la cura delle patologie da gioco e prevede di poter dare ai Comuni il potere di regolamentare apertura e chiusura di sale slot.

Tra pochissimi mesi, e speriamo veramente pochi e che tutti i politici lombardi siano uniti, questa iniziativa sarà estesa a livello nazionale e conterrà innanzitutto il divieto di pubblicizzare il gioco d’azzardo su spazi pubblici e sopratutto stabilirà incentivi ai locali che intenderanno eliminare le slot machine. Vi sarà anche la proposta di un servizio relativo alla cura della ludopatia nelle Asl, e ciò sarebbe veramente di grande supporto alle famiglie toccate da questo “grave disagio” e la possibilità di usare la carta regionale dei servizi per controllare il tempo di gioco che viene impiegato da ciascun giocatore.